Normativa

§1 Definizioni

  1. Indirizzo postale – nome e cognome o denominazione dell’istituzione, indirizzo (nel caso di località suddivise per vie: via, numero civico, numero interno; in caso di località non suddivise per vie: nome della località e numero civico), codice postale e località.
  2. Indirizzo per i reclami:

Inforsys S.A. - Gym Glamour
Sosnowiec Pieńki 15 ,
95-010 Stryków.

Listino prezzi delle consegne – all’indirizzo gymglamour.com, consegna, elenco delle forme di consegna disponibili e dei loro prezzi.

  1. Dati per il contatto

DIDABLJU Daniel Walendziak
ul. Powstańców Śląskich 45/24
01-355 Warszawa [Varsavia]
e-mail: info@gymglamour.com

  1. Consegna – tipo di servizio di trasporto con definizione del vettore e del costo, secondo quanto indicato nel listino prezzi delle consegne (all’indirizzo gymglamour.com)
  2. Ricevuta di acquisto – fattura, conto o scontrino emesso secondo la Legge relativa all'imposta sul valore aggiunto dell'11 marzo 2004 e succ. mod., nonché secondo le altre norme di legge applicabili.
  3. Scheda del prodotto – singola pagina secondaria del negozio, contenente informazioni su un dato prodotto.
  4. Cliente – persona fisica maggiorenne, in possesso della piena capacità di agire, persona giuridica o ente organizzativo sprovvisto di personalità giuridica, in possesso della capacità di agire, che effettua - presso il Venditore – un acquisto direttamente legato alla propria attività economica e professionale.
  5. Codice Civile – legge “codice civile” del 23 aprile 1964 (Gazz. Uff. “Dziennik Ustaw” del 1964 e succ. mod.)
  6. Codice delle buone pratiche – raccolta di norme procedurali, e in particolare etiche e professionali, di cui all'art. 2 punto 5 della Legge sulla lotta alle pratiche di mercato sleali del 23 agosto 2007 (e succ. mod.)
  7. Consumatore – persona fisica maggiorenne, in possesso della piena capacità di agire, che effettua – presso il Venditore – un acquisto non direttamente legato all’attività economica o professionale svolta.
  8. Carrello – lista dei prodotti comprendente gli articoli offerti presso il negozio, in base alle scelte dell'Acquirente.
  9. Acquirente – sia il Consumatore che il Cliente.
  10. Luogo di consegna degli oggetti – indirizzo postale o punto di presa in consegna indicati nell’ordine da parte dell’Acquirente.
  11. Momento di consegna degli oggetti – momento in cui l’Acquirente o la persona da egli indicata entrano in possesso dell’oggetto.
  12. Pagamento – metodo di realizzazione del pagamento a titolo dell’oggetto del contratto e della consegna
  13. Diritto dei consumatori - legge sui diritti del consumatore del 30 maggio 2014.
  14. Prodotto – quantità minima e indivisibile di un oggetto ordinabile, indicato presso il negozio del Venditore come unità di misura nella definizione del prezzo (prezzo/unità).
  15. Oggetto del contratto – prodotti e consegna oggetto del contratto.
  16. Oggetto della prestazione – oggetto del contratto.
  17. Punto di presa in consegna – luogo di consegna dell’oggetto, diverso dall’indirzzo postale, indicato nell'elenco messo a disposizione presso il negozio dal Venditore.
  18. Oggetto - bene mobile oggetto (o potenziale oggetto) del contratto.
  19. Negozio – servizio web disponibile all’indirizzo gymglamour.com, tramite il quale l’Acquirente potrà presentare l’ordine.
  20. Venditore:

DIDABLJU Daniel Walendziak

ul. Powstańców Śląskich 45/24

01-355 Warszawa [Varsavia]

NIP [N. DI IDENTIFICAZIONE FISCALE/P. IVA]: 522-281-67-79, codice statistico REGON: 140988201, registrato e visibile nel registro dell’Anagrafe Centrale e Ufficio Informazioni sull'Attività Economica (CEIDG) all’indirizzo:

https://prod.ceidg.gov.pl/ceidg/ceidg.public.ui/Se...

CONTO CORRENTE BANCARIO: 85 11402004 0000370274722957

  1. Sistema – gruppo di dispositivi e software informatici interconnessi, tali da consentire l’elaborazione, lo stoccaggio, l’invio e la ricezione di dati tramite le reti di telecomunicazione, per mezzo di un terminale adeguato al tipo di rete (sistema comunemente definito "Internet").
  2. Termine di realizzazione – numero di ore o di giorni lavorativi indicato sulla scheda del prodotto
  3. Contratto – contratto stipulato fuori dal locale dell’imprenditore o a distanza, ai sensi della Legge sui diritti del consumatore del 30 maggio 2014 (nel caso dei Consumatori), contratto di vendita ai sensi dell’art. 535 della Legge “Codice civile” del 23 aprile 1964 (nel caso degli Acquirenti).
  4. Vizio – vizio fisico o giuridico.
  5. Vizio fisico – non conformità dell’oggetto venduto con il contratto, soprattutto nel caso in cui l’oggetto:
    1. non abbia le proprietà previste per la tipologia di appartenenza, in relazione all’obiettivo definito nel contratto o risultante dalle circostanze o dalla destinazione;
    2. non abbia le proprietà dichiarate al Consumatore dal Venditore,
    3. Non sia adatto all’obiettivo indicato al Venditore dal Consumatore al momento della stipula del contratto, qualora il Venditore non abbia presentato riserve in merito a tale destinazione;
    4. Sia stato consegnato al Consumatore in condizioni di mancata completezza;
    5. In caso di montaggio e avviamento non conformi, qualora tali operazioni siano state effettuate dal Venditore o da una terza persona per l'operato della quale il Venditore è ritenuto responsabile, o dal Consumatore stesso, dietro apposite isruzioni fornite dal Venditore;
    6. non abbia le proprietà garantite dal fabbricante o dal suo rappresentante o dal soggetto che mette in circolazione l’oggetto nell’ambito della propria attività economica o dal soggetto che, applicando il proprio nome all’oggetto venduto, il proprio marchio di fabbrica o un altro marchio distintivo, si presenta come fabbricante, sempre che il Venditore non sia stato ignaro di tali garanzie, non le abbia potute conoscere (secondo una valutazione ragionevole) o qualora esse non abbiano influito sulla decisione in merito alla stipula del contratto da parte del Consumatore, oppure nel caso in cui il loro testo sia stato corretto prima della stipula del contratto.
  6. Vizio legale – situazione in cui l’oggetto venduto è di proprietà di terzi o è gravata da diritti spettanti a terzi, nonché qualora la restrizione della fruizione o della possibilità di disporre del bene sia il risultato di una decisione o di una sentenza dell'organo competente.
  7. Ordine - dichiarazione di volontà dell'Acquirente, presentato per mezzo del negozio, tale da definire in modo univoco: tipo e quantità di prodotto, forma di consegna, forma di pagamento, luogo di consegna dell’oggetto, dati dell’Acquirente, finalizzati direttamente alla stipula del contratto tra Acquirente e Venditore.

§2 Condizioni generali

  1. Il Contratto viene stipulato in lingua polacca, secondo il diritto polacco e il presente regolamento.
  2. Il luogo di consegna dell'oggetto dovrà trovarsi sul territorio della Repubblica di Polonia.
  3. Il Venditore è tenuto e si impegna a prestare servizi e a consegnare oggetti privi di vizi.
  4. Tutti i prezzi forniti dal Venditore sono espressi in valuta poalcca e sono prezzi IVA compresa. I prezzi dei prodotti comprendono le spese di consegna, definite nel listino prezzi delle consegne.
  5. Tutti i termini sono calcolati ai sensi dell’art. 111 del Codice civile. Ciò significa che il termine espresso in giorni scadrà al termine dell’ultimo giorno, e qualora l‘inizio del termine espresso in giorni corrisponda a un dato evento, il giorno dell’evento non sarà compreso nel conteggio del termine.
  6. La conferma, la messa a disposizione, la memorizzazione e la messa in sicurezza di tutte le disposizioni contrattuali fondamentali, al fine di garantire il futuro accesso a tali informazioni, hanno luogo mediante:
    1. conferma dell’ordine mediante l’invio, all’indirizzo email indicato, di: ordine, fattura pro-forma, informazioni sul diritto di recesso dal contratto, presente regolamento in versione pdf, bozza del modulo di recesso dal contratto in versione pdf, link per scaricare autonomamente il regolamento e la bozza del modulo di recesso dal contratto;
    2. abbinamento in allegato all’ordine realizzato, inviato al luogo indicato per la consegna dei materiali stampati; ricevuta di acquisto, informazioni sul diritto di recesso dal contratto, presente regolamento in versione pdf, bozza del modulo di recesso dal contratto.
  7. Il Venditore fornisce informazioni sulle garanzie da egli conosciute, fornite da terzi per i prodotti presenti nel negozio.
  8. Il Venditore non riscuoterà alcun pagamento a titolo della comunicazione effettuata mediante mezzi di comunicazione a distanza. l'Acquirente sosterrà le spese a tal titolo, secondo l’ammontare risultante dal contratto stipulato con il soggetto terzo, incaricato di prestare il servizio tale da consentire la comunicazione a distanza.
  9. Il Venditore garantirà all‘Acquirente che fruisce del sistema il corretto funzionamento del negozio con i seguenti browsr: IE versione 7 o più recente, FireFox versione 3 o più recente, Opera versione 9 o più recente, Chrome versione 10 o più recente, Safari con le ultime versioni JAVA e FLASH installate, su schermi caratterizzati da una definizione orizzontale superiore a 1024 px. L’uso dei software di aziende terze, tali da influire sul funzionamento e sulla funzionalità dei browser: Internet Explorer, FireFox, Opera, Chrome, Safari, può avere effetti sulla corretta visualizzazione del negozio. Per questo motivo, volendo fruire di tutte le funzionalità del negozio gymglamour.com, sarà necessario disattivare tali programmi.
  10. L'Acquirente potrà fruire dell'opzione di salvataggio dati da parte del negozio, con l'obiettivo di facilitare il processo di presentazione di nuovi ordini. A tal fine, l’Acquirente dovrà fornire il nome utente e la password indispensabili per ottenere l'accesso all'account. Il nome utente e la password sono una sequenza di caratteri scelti dall‘Acquirente, che dovrà mantenerli segreti e dovrà proteggerli dall’accesso non autorizzato di terzi. L’Acquirente, in qualsiasi momento, potrà visionare, correggere, aggiornare i dati e cancellare l’account presso il negozio.
  11. Il Venditore si atterrà al codice delle buone pratiche.
  12. L’Acquirente sarà tenuto a:
    1. non fornire e non trasmettere contenuti proibiti a norma di legge (ad es. contenuti che favoriscono la violenza, contenuti offensivi o tali da ledere i beni personali e altri diritti di terzi),
    2. fruire del negozio in modo tale da non interferire con il suo funzionamento, utilizzando il software o le apparecchiature definite,
    3. non compiere operazioni quali: invio o pubblicazione – all’interno del negozio – di informazioni commerciali non richieste (spam),
    4. utilizzare il negozio senza arrecare fastidio agli altri Acquirenti e al Venditore.
    5. fruire di tutti i contenuti pubblicati nell’ambito del Negozio per il solo uso personale.
    6. Fruire del negozio in modo conforme al diritto vigente sul territorio della Repubblica di Polonia, alle disposizioni del regolamento, nonché alle norme della netiquette.

§3 Stipula del contratto e realizzazione

  1. Gli ordini possono essere presentati 24 ore al giorno.
  2. Per la presentazione dell’ordine, l’Acquirente dovrà eseguire – come requisito minimo – le seguenti operazioni, parte delle quali potrà essere ripetuta più volte:
    1. Aggiunta del prodotto al carrello;
    2. Selezione del tipo di consegna;
    3. Selezione della forma di pagamento;
    4. Selezione del luogo di consegna dell’oggetto;
    5. Presentazione dell'ordine presso il negozio, utilizzando il tasto “Ordino e pago”.
  3. La stipula del contratto con il Consumatore avverrà al momento della presentazione dell’ordine.
  4. La realizzazione dell’ordine del Consumatore con pagamento in contrassegno avrà luogo immediatamente, mentre la realizzazione dell’ordine con pagamento tramite bonifico o sistema elettronico avrà luogo dopo l’accredito della somma versata dal Consumatore sul conto del Venditore. Ciò dovrà avere luogo entro 30 giorni dalla data di presentazione dell’ordine, sempre che il Consumatore - per motivi indipendenti dalla sua volontà - non sia stato in grado di espletare tale obbligo e abbia informato in proposito il Venditore.
  5. La stipula del contratto con il Cliente avrà luogo al momento dell’accettazione dell’ordine da parte del Venditore, in merito alla quale il Cliente sarà informato entro 48 ore dalla presentazione dell’ordine.
  6. La realizzazione dell’ordine del Cliente con pagamento in contrassegno avrà luogo immediatamente, mentre la realizzazione dell’ordine con pagamento tramite bonifico o sistema elettronico avrà luogo dopo l’accredito della somma versata dal Consumatore sul conto del Venditore.
  7. La realizzazione dell’ordine del Cliente potrà dipendere dal versamento della totalità o di parte dell’importo dell’ordine o dall’ottenimento di un limite di credito al commercio pari ad almeno l’importo dell’ordine, oppure dall’ottenimento del consenso del Venditore al’invio dell’ordine in contrassegno (pagamento alla consegna).
  8. L’invio dell’oggetto del contratto avrà luogo entro il termine definito sulla scheda del prodotto, mentre nel caso degli ordini costituiti da più prodotti, l'invio avrà luogo entro l'ultimo dei termini (in ordine cronologico) riportati sulla scheda del prodotto. Il termine decorrerà a partire dal momento di realizzazione dell’ordine.
  9. L’oggetto del contratto acquistato sarà inviato, insieme al documento di vendita scelto dall'Acquirente, con il metodo di consegna selezionato dall'Acquirente stesso, all'indirizzo indicato da quest'ultimo nell'ordine, completo degli allegati di cui al §2 punto 6b.

§4 Diritto di recesso dal contratto

  1. Il Consumatore, ai sensi dell'art. 27 del Diritto dei consumatori, ha il diritto di recedere dal contratto stiupulato a distanza senza dover fornire motivazioni né dover sostenere spese, fatta eccezione per i costi indicati all'art. 33 e all’art. 34 del Diritto dei consumatori.
  2. Il termine di recesso dal contratto stipulato a distanza corrisponderà a 14 giorni dalla data di consegna dell’oggetto. Per rispettare il termine basterà inviare l'apposita dichiarazione prima del suo scadere.
  3. La dichiarazione di recesso dal contratto potrà essere presentata dal Consumatore sul modulo la cui bozza costituisce l’allegato n. 2 alla legge “Diritto dei consumatori”, sul modulo disponibile all’indirizzo gymglamour.com/formularz-zwrotu o in un’altra forma tale da soddisfare i requsitii della legge “Diritto dei consumatori”.
  4. Il Venditore confermerà tempestivamente al Consumatore, all'indirizo di posta elettronica (fornito al momento della stipula del contratto e all'altro indirizzo eventualmente fornito nella dichiarazione presentata), la ricezione delle dichiarazioni di recesso dal contratto.
  5. In caso di recesso dal contratto, il documento sarà ritenuto non stipulato.
  6. Il Consumatore sarà tenuto a rendere tempestivamente l’oggetto al Venditore, e comunque entro e non oltre 14 giorni dalla data del recesso dal contratto. Per il rispetto del termine, basterà spedire gli oggetti prima della sua scadenza.
  7. Il Consumatore invierà a proprie spese e a proprio rischio gli articoli oggetto del contratto da cui avrà effettuato il recesso.
  8. Il Consumatore non sosterrà le spese di consegna di contenuti digitali non salvati su supporti materiali, qualora non abbia acconsentito all'esecuzione della prestazione prima dello scadere del termine di recesso dal contratto o non sia stato informato in merito alla perdita del diritto di recesso dal contratto al momento dell'espressione di tale consenso, o qualora l'imprenditore non abbia fornito la conferma ai sensi dell'art. 15 comma 1 e dell’art. 21 comma 1. 1 del Diritto dei consumatori.
  9. Il Consumatore risponderà della perdita di valore dell'articolo oggetto del contratto dovuta al suo utilizzo in modo diverso da quello strettamente necessario per rilevare il carattere, le caratteristiche e il funzionamento del prodotto.
  10. Il Venditore, agendo tempestivamente (e comunque entro e non oltre 14 giorni dalla data di ricezione della dichiarazione di recesso dal contratto presentata dal Consumatore), restituirà al Consumatore tutti i pagamenti effettuati da quest’ultimo, comprese le spese di consegna dell'oggetto. Qualora il Consumatore abbia scelto un metodo di consegna diverso dal metodo più economico offerto dal Venditore, il Venditore non rimborserà al Consumatore le spese aggiuntive, ai sensi dell'art. 33 della legge "Diritto dei consumatori".
  11. Il Venditore restituirà il pagamento adottando lo stesso metodo usato dal consumatore, sempre che il consumatore non accetti espressamente un'altra forma di rimborso tale da non comportare alcun costo.
  12. Il Venditore potrà trattenere le somme versate dal Consumatore fino al momento in cui riceverà il Prodotto restituito o la ricevuta del suo invio, a seconda di quale degli eventi avvenga per primo.
  13. Il Consumatore, ai sensi dell’art. 38 della legge "Diritto dei consumatori”, non godrà del diritto di recesso da un contratto:
    1. in cui il prezzo o il compenso dipendono dalle oscillazioni dei mercati finanziari, al di fuori del controllo del Venditore, qualora possano avvenire prima del termine di recesso dal contratto;
    2. in cui l’oggetto della prestazione è costituito da un oggetto prefabbricato, prodotto secondo la specifica del consumatore o finalizzato al soddisfacimento delle sue necessità individuale;
    3. In cui l’oggetto della prestazione è un articolo soggetto a rapida usura o caratterizzata da un termine di idoneità all’uso molto breve;
    4. In cui l‘oggetto della prestazione è un oggetto fornito all’interno di una confezione sigillata che, in caso di apertura dopo la consegna, non potrà essere reso per ragioni igieniche o di tutela della salute;
    5. In cui l‘oggetto della prestazione è costituito da oggetti che, dopo la consegna, dato il loro carattere, saranno indissolubilmente collegati ad altri articoli;
    6. In cui l’oggetto della prestazione è costituito da registrazioni audio/video o software informativi forniti in una confezione sigillata, qualora la confezione sia stata aperta dopo la consegna;
    7. Avente come oggetto la fornitura di contenuti digitali non salvati su un supporto materiale, qualora la prestazione abbia avuto inizio con l'espresso consenso del Consumatore prima del termine di recesso dal contratto e dopo la ricezione, da parte del Consumatore, delle informazioni relatie alla perdita del diritto di recesso dal contratto stesso;
    8. Avente come oggetto la consegna di quotidiani, periodici o riviste, fatta eccezione per i contratti di abbonamento.

§5 Garanzia legale

  1. Il Venditore, ai sensi dell'art. 558§1 del Codice civile, non risponderà - nei confronti dei Clienti - dei vizi fisici e legali (garanzia legale).
  2. Il Venditore risponderà – nei confronti del Consumatore - secondo le regole definite all'art. 556 del Codice civile e succ. a titolo dei vizi (garanzia legale).
  3. In caso di contratto con il Consumatore, qualora il vizio fisico venga rilevato prima dello scadere di un anno dalla data di consegna dell'oggetto, si riterrà che il vizio si sia manifestato al momento del passaggio del rischio al Consumatore.
  4. Il Consumatore, qualora l’oggetto venduto presenti un vizio, potrà:
    1. presentare una dichiarazione con una richiesta di riduzione del prezzo;
    2. presentare una dichiarazione di recesso dal contratto;

sempre che il Venditore - tempestivamente e senza arrecare eccessivi fastidi al Consumatore – non sostituisca l’oggetto difettoso con un oggetto privi di vizi o non elimini il vizio. Tuttavia, qualora l’oggetto sia già stato sostituito o riparato dal Venditore, o nel caso in cui il Venditore non abbia espletato l'obbligo di sostituizione dell'oggetto con un articolo privo di vizi o di eliminazione del vizio, non potrà fruire del diritto di sostiuire l'articolo o di eliminare il vizio.

  1. Il Consumatore, al posto dell'eliminazione del vizio proposta dal Venditore, potrà richiedere la sostituzione con un oggetto privo di vizi. Allo stesso modo, al posto della sostituzione con un oggetto privo di vizi, potrà richiedere l’eliminazione del vizio, sempre che il ripristino della conformità dell'articolo con il contratto nel modo richiesto dal Consumatore non sia impossibile o non richieda costi eccessivi rispetto al metodo proposto dal Venditore. In questo caso, nella valutazione del livello eccessivo dei costi, saranno considerati i seguenti aspetti: valore dell'oggetto privo di vizi, genere e significato del vizio rilevato, disagi subiti dal Consumatore in caso di adozione di un metodo diverso per il soddisfacimento della rivendicazione.
  2. Il Consumatore non potrà recedere dal contratto nel caso in cui il vizio non sia significativo.
  3. Il Consumatore, qualora l’oggetto venduto presenti un vizio, potrà:
    1. richiedere la sostituzione con un articolo privo di vizi;
    2. richiedere l’eliminazione del vizio.
  4. Il Venditore sarà tenuto a sostituire l’oggetto difettoso con uno privo di vizi entro un termine ragionevole, senza eccessivi disagi per il Consumatore.
  5. Il Venditore potrà rifiutarsi di soddisfare la richiesta del Consumatore, qualora la forma scelta per il ripristino della conformità dell’oggetto difettoso con il contratto sia impossibile da applicare o implichi costi eccessivi rispetto al metodo da noi proposto.
  6. Qualora l’oggetto difettoso sia stato montato, il Consumatore potrà richiedere al Venditore lo smontaggio e il successivo montaggio dopo la sostituzione con un oggetto privo di vizi o l’eliminazione del vizio.Tuttavia, il Consumatore sarà tenuto a sostenere parte dei costi correlati a tale operazione, nella misura in cui essi superano il prezzo dell'oggetto venduto. In alternativa, potrà richiedere al Venditore il pagamento di parte dei costi dello smontaggio e del nuovo montaggio, fino al prezzo dell’oggetto venduto. In caso di mancato espletamento dell’obbligo da parte del Venditore, il Consumatore sarà tenuto a eseguire tali operazioni a spese e a rischio del Venditore.
  7. Il Consumatore che eserciterà i diritti a titolo della garanzia legale sarà tenuto, a spese del Venditore, a consegnare l’oggetto difettoso all’indirizzo indicato per i reclami. Qualora la consegna dell’oggetto da parte del Consumatore, a causa del tipo di oggetto o del metodo di montaggio, risulti eccessivamente difficoltosa, il Consumatore sarà tenuto a mettere l’oggetto a disposizione del Venditore nel luogo in cui si trova. In caso di mancato espletamento dell’obbligo da parte del Venditore, il Consumatore sarà autorizzato a inviare l’oggetto a spese e a rischio del Venditore.
  8. I costi della sostituzione o della riparazione saranno sostenuti dal Venditore, fatta eccezione per le situazioni di cui al §5 punto 10.
  9. Il Venditore sarà tenuto a prendere in consegna l'oggetto difettoso inviato dal consumatore in caso di sostituzione con un oggetto privo di vizi o di recesso dal contratto.
  10. Il Venditore, entro quattordici giorni, esprimerà la propria posizione in merito a:
    1. dichiarazione con la richiesta di riduzione del prezzo;
    2. dichiarazione di recesso dal contratto;
    3. richiesta di sostituzione con un articolo privo di vizi;
    4. richiesta di eliminazione del vizio.
  11. In caso contrario, la dichiarazione motivata o la richiesta del Consumatore saranno ritenute accettate.
  1. Il Venditore risponderà a titolo della garanzia legale, qualora il vizio fisico venga rilevato prima dello scadere di due anni dal momento della consegna dell’oggetto al Consumatore. Qualora l’oggetto della vendita sia un articolo usato, tale termine sarà ridotto a un anno dalla data di consegna dell’oggetto al Consumatore.
  2. La rivendicazione del Consumatore avente come oggetto la rimozione del vizio o la sostituzione dell’oggetto venduto con un articolo privo di vizi sarà arcihviata dopo un anno dalla data di rilevazione del vizio, ma non prima dello scadere di due anni dalla data di rilascio dell'oggetto al Consumatore.Qualora l'oggetto della vendita sia un articolo usato, tale termine sarà ridotto a un anno dalla data di consegna dell’oggetto al Consumatore.
  3. Nel caso in cui il termine di idoneità all’uso dell'oggetto – definito dal Venditore o dal Fabbricante - scada dopo due anni dalla data di consegna dell'articolo al Consumatore, il Venditore risponderà a titolo della garanzia legale con riferimento ai vizi dell'oggetto rilevati prima dello scadere di tale termine.
  4. Entro i termini di cui al §5 punto 15-17 il Consumatore potrà presentare una dichiarazione di recesso dal contratto o di riduzione del prezzo a causa di vizi fisici dell'oggetto venduto. Qualora il Consumatore abbia richiesto la sostituzione con un articolo privo di vizi, il termine utile per la presentazione della dichiarazione di recesso dal contratto o di riduzione del prezzo decorrerà a partire dalla scadenza senza effetti del termine utile per la sostituzione dell'oggetto o la rimozione del vizio.
  5. In caso di rivendicazione, di fronte a una corte o a un tribunale arbitrale, di uno dei diritti a titolo della garanzia legale, il termine per l'esercizio degli altri diritti spettanti al Consumatore a tal titolo sarà sospeso fino alla data di conclusione, a norma di legge, del procedimento. Tale disposizione sarà applicata anche al procedimento di mediazione. In questo caso, il termine per l'esercizio degli altri diritti spettanti al Consumatore decorrerà a partire dalla data della mancata approvazione, da parte del tribunale, dell'accordo stipulato di fronte al mediatore o della conclusione infruttuosa della mediazione.
  6. Per l’esercizio dei diritti a titolo della garanzia legale in caso di vizi legali dell’oggetto venduto sarà applicato il §5 punto 15-16. Il termine, in questo caso, decorrerà a partire dalla data in cui il Consumatore sarà venuto a conoscenza del vizio. Qualora il Consumatore sia venuto a conoscenza del vizio solo in seguito a un'azione legale di terzi, il termine decorrerà a partire dalla data in cui la sentenza emessa in seguito al procedimento promosso dal soggetto terzo sarà divenuta definitiva.
  7. Qualora a causa di un vizio dell’oggetto il Consumatore abbia presentato una dichiarazione di recesso dal contratto o di riduzione del prezzo, il Consumatore potrà richiedere il risarcimento del danno subito in seguito alla stipula del contratto senza conoscere l’esistenza del vizio, sempre che il danno non sia dovuto a circostanze delle quali il Venditore non risponde. In particolare, il Consumatore potrà richiedere il rimborso dei costi di stipula del contratto, i costi del ritiro, del trasporto, dello stoccaggio e dell'assicurazione dell'oggetto, nonché il rimborso delle spese sostenute, nella misura in cui non avranno generato utili e non saranno state rimborsate da terzi, e il rimborso delle spese processuali. Ciò non precluderà l'applicazione delle norme relative alla riparazione del danno secondo le regole generali.
  8. La scadenza del termine utile per la rilevazione del vizio non escluderà la possibilità di esercitare i diritti a titolo della garanzia legale, qualora il Venditore abbia occultato fraudolentemente il vizio.
  9. Il Venditore, qualora sia tenuto a fornire una prestazione o una prestazione finanziaria al Consumatore, la eseguirà senza indugio, entro il termine previsto a norma di legge.

§6 Politica della privacy e sicurezza dei dati personali

  1. L’Amministratore delle banche dati contenenti i dati personali trasmessi dal Consumatori del negozio è il Venditore.
  2. Il Venditore si impegna a tutelare i dati personali ai sensi della Legge sulla tutela dei dati personali del 29 agosto 1997 e della Legge sulla prestazione di servizi elettronici del 18 luglio 2002. L’Acquirente, fornendo i propri dati personali al Venditore al momento della presentazione dell'ordine, acconsentirà al loro trattamento da parte del Venditore, ai fini della realizzazione dell'ordine presentato. L’Acquirente, in qualsiasi momento, potrà visionare, correggere, aggiornare i dati e cancellare i propri dati personali..
  3. Le regole dettagliate aventi come oggetto la raccolta, il trattamento e lo stoccaggio dei dati personali utilizzati per la realizzazione degli ordini da parte del negozio è descritto nella Politica della Privacy accessibile all'indirizzo: http://gymglamour.com/strona/polityka_prywatnosci

§7 Disposizioni finali

  1. Nessuna delle disposizioni del presente regolamento ha l'obiettivo di ledere i diritti dell'Acquirente. Nessuna delle disposizioni potrà essere interpretata in tal modo, poiché in caso di non conformità di qualsivoglia elemento del presente regolamento con il diritto vigente, il Venditore dichiara di assoggettarsi e di applicare il diritto vigente al posto della norma del regolamento non conforme.
  2. Gli Acquirenti registrati saranno informati elettronicamente in merito alle modifiche del regolamento e al loro ambito (all’indirizzo email indicato al momento della registrazione o della presentazione dell’ordine). L’avviso sarà inviato con almeno 30 giorni di anticipo rispetto all’entrata in vigore del nuovo regolamento. Le modifiche saranno introdotte per adeguare il regolamento alle nuove condizioni legali.
  3. La versione attuale del regolamento è sempre disponibile per l’Acquirente alla voce regolamento (http://gymglamour.com/strona/regulamin). Durante la realizzazione dell’ordine e in tutto il periodo di assistenza post-vendita, l'Acquirente sarà tenuto a rispettare il regolamento accettato al momento della presentazione dell'ordine. Faranno eccezione le situazioni in cui il Consumatore riterrà il vecchio regolamento meno conveniente di quello nuovo e informerà il Venditore in merito alla scelta del nuovo regolamento come regolamento vigente.
  4. Per quanto non regolato dal presente regolamento, saranno applicate le norme di legge vigenti. Eventuali controversie, qualora il Consumatore esprima la propria volontà in tal senso, saranno risolte mediante un procedimento di mediazione, di fronte agli Ispettori Regionali dell’Ispezione Commerciale, o mediante un procedimento di fronte al tribunale arbitrale, presso l’Ispettorato Regionale per l’Ispezione Commerciale. Il Consumatore potrà anche fruire di metodi equipollenti e conformi alle legge per la risoluzione pregiudiziale o stragiudiziale delle controversie (ad es. mediante la piattaforma web europea ODR accessibile all'indirizzo http://ec.europa.eu/consumers/odr/). Qualora non sia possibile giungere a un accordo, la controversia sarà giudicata dal tribunale territorialmente competente e competente per materia.